Italian Chamber of Commerce in Canada West | CETA/Québec: le opportunità per le imprese italiane
Italian Chamber of Commerce in Canada West, small business, small business bc
3651
post-template-default,single,single-post,postid-3651,single-format-standard,pmpro-body-has-access,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

04 Mar CETA/Québec: le opportunità per le imprese italiane

Il seminario “Québec Destinazione d’Affari” ha presentato a Milano, ad operatori ed imprese italiane, le principali opportunità da cogliere in Québec, offerte anche grazie all’accordo CETA tra UE e Canada.

 

Il Québec è la Provincia canadese che presenta i maggiori legami culturali con l’Europa, un vero motore nello sviluppo dei rapporti del Canada oltreoceano ed ha rivestito infatti un ruolo importante anche nell’ambito dell’Accordo CETA, firmato tra UE e Canada. 

Ma cosa offre il CETA alle aziende italiane? Perché investire in Québec quando si pensa all’America del Nord? Perché puntare sulle collaborazioni industriali nelle strategie d’internazionalizzazione? Cosa rende il CETA innovativo e ambizioso? 

Organizzato lo scorso 28 Febbraio a Milano dalla Delegazione del Québec a Roma, in collaborazione con Nctm Studio Legale ed il Centro Studi Italia Canada, il seminario “Québec destinazione d’affari” è stato un’importante occasione per fornire risposte a queste domande e guidare le imprese e gli operatori italianiattraverso le opportunità che la provincia del Québec offre nel trading, negli investimenti ma anche in termini di ricerca scientifica e tecnologica, grazie alle novità introdotte nelle relazioni tra Italia e Canada con l’entrata in vigore del CETA. 

La spinta innovativa della Provincia canadese si presenta, infatti, per l’Italia come un enorme ventaglio di occasioni di cooperazione: dall’aerospazio, all’industria farmaceutica, dalla green economy, all’intelligenza artificiale, all’industria dei video giochi. Gli indicatori economici avvalorano il Québec come nostro partner strategico: 2,6 miliardi di dollari è il valore raggiunto dall’interscambio Italia-Québec nel 2017. L’economia della Provincia è cresciuta del 3% lo scorso anno e laspesa pubblica ha registrato un surplus di 4,5 miliardi di dollari nel 2017. Il 46% del PIL deriva dall’export. La geografia è tra i fattori che rendono il Québec attraente per investitori e  imprese: le risorse naturali sono infatti asset determinanti come volano di sviluppo e la sua posizione strategica ne fa un importante collegamento con il resto del Canada e l’intero Nord America. 

Il programma del seminario, ospitato nella sede milanese dello studio legale NCTMe aperto dai saluti di Marianna Simeone, Delegata del Québec a Roma e Paolo Quattrocchi, Equity Partner di NTCM e Direttore del Centro Studi Italia Canada,è stato diviso in 4 panel tematici affidati ad esperti internazionali: 

➢ CETA e Opportunità per le Imprese Italiane

Le disposizioni dell’accordo CETA sono state approfondite attraverso un confronto, moderato da Paolo Quattrocchi, tra Pierre-Marc Johnsoncapo negoziatore del CETA per il Québec ed ex premier della provincia, e Bernard O’Connor, Equity Partner dello studio legale NTCM a Bruxelles, con particolare attenzione all’agrifood e alla sua proprietà intellettuale in relazione alle indicazioni geografiche dei prodotti, il nuovo meccanismo di risoluzione delle controversie Stato-investitore (Investment Court System), il processo di ratifica e l’implementazione dell’accordo. 

➢ Perché Investire in Québec 

Il panel affidato a David Brulotte, Direttore per lo sviluppo degli affari Investissement Québec, e Lucia Baldino, Direttrice Europa del Gruppo Desjardins, e moderato da Eugenio S. Siragusa, EquityPartner NCTM, ha approfondito le opportunità di investimento in Québec, i settori più attrattivi e le possibilità di sviluppo nell’ambito di progetti innovativi, generazione di posti di lavoro e trasferimento di know how, anche attraverso il supporto dell’Agenzia governativa di promozione investimenti InvestssementQuébec e con l’ausilio del sistema bancario canadese descritto da Lucia Baldino, della Rappresentanza Europa per DesjardinsGroup.

➢ Il Québec: innovazione, creazione e successo

Il terzo panel, moderato da Marianna Simeone, si è rivolto alle imprese valorizzandole esperienze di chi da anni ha pensato al Québec come destinazione dei propri affari, come DELMAR Chemicals, fornitore di soluzioni innovative nel settore farmaceutico e biotech, rappresentata alla tavola rotonda da Franco Moro, Presidente, DELMAR Canada.  

➢ Immigrazione

Il panel conclusivo del seminario è stato dedicato al sistema che regola l’immigrazione in Canada. Jennifer Woo, Primo Segretario presso l’Ambasciata del Canada, Dipartimento, Immigrazione, Rifugiati e Cittadinanza ha chiarito le norme relative ai visti e ai permessi necessari per studiare e lavorare oltreoceano.

No Comments

Post A Comment